Introduzione alla programmazione ad eventi

Quando si verifica un qualsiasi evento, il sistema lo intercetta ed invia le informazioni (tipo di evento ed oggetto origine) ad uno speciale manipolatore degli eventi.
Gli eventi controllabili dal nostro sistema generalmente tre:
Gli eventi del mouse sono quelli che più comunemente avvengono mentre utilizziamo un PC: basta muovere il mouse o cliccare su un punto dello schermo per generare un evento.

Gli eventi del mouse si dividono in tre sotto-categorie:
La prima sotto-categoria definisce eventi quali:
La seconda definisce eventi quali:
Infine, la terza definisce eventi quali:
Gli eventi della tastiera sono quelli classici che avvengono quando premiamo un tasto o una combinazione di essi.
Gli eventi della tastiera si dividono in:
• Eventi del mouse
• Eventi della tastiera
• Eventi del sistema
• Eventi generati dai pulsanti del mouse
• Eventi generati dal movimento del mouse
• Eventi generati dal trascinamento del mouse
• Click, che viene generato quando si clicca su un oggetto
• DoppioClick, che viene generato con un doppio click
• PulsanteMousePremuto, che viene generato quando si tiene premuto il pulsante sinistro del
mouse
• PulsanteMouseRilasciato, che viene generato quando si rilascia il pulsante sinistro del
mouse precedentemente premuto
• MouseSopra, che viene generato quando il mouse si muove su un oggetto
• MouseVia, che viene generato quando il mouse si sposta da un oggetto
• MovimentoMouse, che viene generato quando il mouse si muove
• TrascinaMouse, che viene generato quando un utente trascina il mouse con il pulsante premuto
• MouseTrascinaOggetto, che viene generato quando un utente trascina un oggetto sulla finestra
• TastoAttivato, che viene generato quando un utente preme e rilascia un tasto o quando tiene premuto un tasto
• TastoPremuto, che viene generato quando quando viene premuto un tasto
• TastoRilasciato, che viene generato quando viene rilasciato un tasto precedentemente
premuto
Gli eventi del sistema sono quei eventi generati con le iterazioni fra degli oggetti, come finestre, ed il sistema.
Gli eventi del sistema si suddividono in quattro sotto-categorie:
La prima sotto-categoria definisce eventi quali:
La seconda definisce eventi quali:
• Cambio, che viene generato quando viene modificato il valore di un oggetto La terza definisce oggetti quali:
La quarta definisce eventi quali:
Un’altra categoria di eventi sono quelli generati dagli oggetti standard di una GUI e possono essere classificati nel seguente modo:
• Eventi generati dal caricamento degli oggetti
• Eventi generati dalle modifiche dell’utente
• Eventi legati al fuoco
• Eventi generati dai movimenti delle finestre
• Carica, che viene generato quando al caricamento degli oggetti
• Abbandona, funzione opposta a Carica
• PerdeFuoco, che viene generato quando si esce da un oggetto della GUI
• AcquistaFuoco, che viene generato quando si entra in un oggetto della GUI
• SelezionaTesto, che viene generato quando si seleziona del testo all’interno di un campo, di
un’etichetta o di altri oggetti simili
• RidimensionaFinestra, che viene generato quando l’utente riduce o ingrandisce una finestra
• ScorriFinestra, che viene generato quando si effettua lo scorrimento della pagina sia con il
mouse che con i tasti PgSu e PgGiù.
• Eventi d’azione: sono gli eventi generati quando un pulsante è stato premuto, quando si attiva una casella di testo o un pulsante di opzione, quando si seleziona una voce di un menu , quando si preme “Invio” dentro una casella di testo, ecc;
• Eventi di selezione o deselezione in un elenco: sono gli eventi legati alla selezione di una casella di controllo o di una voce di menu a scelta;
• Eventi di selezione o di deselezione per input: sono gli eventi generati quando un oggetto in risposta ad un click del mouse o all’utilizzo del tasto di tabulazione.
Questa piccola introduzione, teorica, agli eventi ci fa capire quanti eventi vengono generati anche solo premendo un tasto o muovendo il mouse.
A livello di linguaggio di programmazione non è difficile intercettare gli eventi e gestirli, molti linguaggi facilitano il lavoro, soprattutto quelli equipaggiati di un IDE visuale che ci mette a disposizione tutti gli strumenti per facilitare ed accelerare la programmazione.